GTranslate

Italian English
Goethe: Anche a me qui sembra di essere un altro. Dunque le cose sono due: o ero pazzo prima di giungere qui, oppure lo sono adesso.Da quanto si dica, si narri, o si dipinga, Napoli... (Goethe) Charles de Brosses: A mio parere, Napoli è l'unica città d'Italia che rappresenta veramente la sua capitale. (Charles de Brosses) Stendhal: Parto. Non dimenticherò né la via Toledo né tutti gli altri quartieri di Napoli; ai miei occhi è, senza nessun paragone, la città più bella dell'universo. (Stendhal) Lucio Dalla: Uno dei miei grandi sogni è essere napoletano (Lucio Dalla) Pier Paolo Pasolini: Ma cosa vuoi farci, preferisco la povertà dei napoletani al benessere della repubblica italiana, preferisco l'ignoranza dei napoletani alle scuole della repubblica italiana (Pier Paolo Pasolini) John Turturro: Napoli è un luogo misterioso sia per chi non ci abita sia per i suoi stessi abitanti: c'è qualcosa di veramente vibrante e vivo che si percepisce ovunque ed è come qualcosa... (John Turturro) Elsa Morante: Napoli è tante cose, e molti sono i motivi per cui la si può amare o meno, ma soprattutto Napoli è una grande capitale, ed ha una stupefacente capacità di resistere alla paccottiglia kitsch da cui è oberata, una straordinaria possibilità di essere continuamente altro rispetto agli insopportabili stereotipi che la affliggono. (Elsa Morante) Erri de Luca: La doccia è milanese perché ci si lava meglio, consuma meno acqua e fa perdere meno tempo. Il bagno invece è napoletano: un incontro con i pensieri. (Erri de Luca)

Caserta: palazzo reale

Categoria: ITINERARI Pubblicato: Mercoledì, 24 Dicembre 2014 Scritto da fabio comella

 


"Sono legato al meridione. Come alsaziano mi sento molto meridionale e ho nei confronti di Napoli un immensa gratitudine. Il meridione ha bisogno di autocoscienza  e autofierezza di appartenere al mondo. Da questo punto di vista Caserta con la sua reggia è un simbolo potentissimo..."

Sono le parole di Philippe Daverio, il noto conduttore televisivo e storico dell'arte durante una manifestazione sui siti reali.  La reggia di Caserta e il suo parco infatti sono due gioielli di ineguagliabile splendore, sono stati inseriti nella World Heritage List dell'Unesco nel 1997.
Progettata nel Settecento da Luigi Vanvitelli, su incarico di Carlo III di Borbone, la Reggia, che rappresenta il trionfo del barocco italiano, è una delle opere più importanti del famoso architetto napoletano: il suo visitatore resta incantato dalla bellezza degli interni e dalle magnificenze dell’esterno. 
Curatissima nei dettagli ed articolata su quattro monumentali cortili, la costruzione è fronteggiata da uno scenografico parco oggi meta di migliaia di turisti. 
Il sontuoso palazzo è una fusione ideale e originale di altre due residenze reali: la Reggia di Versailles dei re di Francia e il madrileno Palazzo dell'Escorial, sede dei re di Spagna. Sicuramente una delle più belle regge d'Italia che non può mancare negli itinerari di chi visita la regione Campania!

La visita guidata avrà una durata di un paio d'ore e riguarderà la cappella privata, gli appartamenti reali e la sezione presepiale.

 

 

 

 

Visite: 1102

Dott. Fabio Comella. Guida Turistica Regione Campania. Tel. 0039 3335605637

licensed guide